Non si finisce mai di imparare

Che si abbiano 2 anni oppure 99 ci sono sempre tantissime cose da scoprire, dalla letteratura alla scienza alla tecnologia….basta solo la voglia di imparare!
Tra nuove scoperte e documenti di archivio come resistere al fascino di conoscere una cosa nuova, un romanzo che non si era mai letto, una specie naturale che non si sapeva nemmeno esistesse, la riscoperta di arti antiche e a volte dimenticate?
Ma se la conoscenza per gli adulti a volte è un lusso (ma uno di quei lussi economici che consigliamo sempre caldamente), per i bambini e i ragazzi è indispensabile.
Per farli crescere curiosi, attivi, creativi e padroni del loro mondo, abbiamo creato un percorso didattico molto divertente in collaborazione con alcune strutture dell’Area.

Didattica in cantiere

A scuola i ragazzi sono obbligati a seguire tutte le materie, magari anche quelle in cui non vanno proprio bene, ma nel tempo libero possono dedicarsi a quello che più piace. Lasciate da parte per un po’ tabelline, analisi logica e un lungo elenco di fiumi e catene montuose, ecco che al Porto Antico l’apprendimento è divertente e segue i gusti dei più giovani.
Didattica in cantiere” è più di un percorso, è un vero e proprio network, un modo nuovo di vivere alcune delle strutture più amate dai giovani con laboratori e attività sempre nuove: La città dei bambini e dei ragazzi,  la Casa della Musica e la Biblioteca De Amicis.
A differenza degli altri percorsi consigliati che potete trovare sul nostro sito, questo è sicuramente più complesso e potrebbe richiedere anche più giorni.
È l’ideale per i pomeriggi liberi dallo sport o da altri impegni, ma anche per le vacanze natalizie o estive.

L’unione fa la forza

Il viaggio dei più giovani nella conoscenza può sicuramente iniziare a La città dei bambini e dei ragazzi, dove dai 2 ai 12 anni c’è sempre qualcosa di nuovo da fare: scoprire la natura diventando una formichina per un giorno oppure imparare la scienza con le bolle di sapone.
Oltre a tutti i giochi educativi da fare da soli, o con l’aiuto di un adulto, la Città organizza moltissimi laboratori aperti a tutti e mini corsi specifici per classi o gruppetti.

Se invece di piccoli scienziati i ragazzi si sentono più topolini da biblioteca e di sera li trovate a leggere con la torcia sotto le coperte portateli alla Biblioteca De Amicis, dove tra 70.000 titoli a disposizione troveranno sicuramente qualcosa da prendere in prestito che incoraggerà la loro fantasia.
L’area dedicata all’infanzia, infatti, è la più grande della città e mentre i ragazzi sfoglieranno libri in una morbida area lettura tutta per loro, voi potrete scoprire quante attività la biblioteca programma per le classi.. e magari proporne una ai loro insegnanti.

Ultima tappa del percorso, ma non per importanza, è alla Casa della Musica, lo spazio dedicato a chi la musica vuole provarla a fare. Si trova appena fuori dal Porto Antico; per raggiungerla basta seguire le indicazioni per il Galata Museo del Mare e proprio tra gli edifici della vecchia Darsena si inizieranno a sentire le note di mille strumenti.
Un’area di 1000 mq che propone attività didattiche per ogni età e ogni livello di conoscenza musicale, dai primi rudimenti sugli strumenti e le note attraverso laboratori che stimolano il senso musicale fino ai corsi più avanzati, per conoscere e capire le musiche di tutto il mondo ma sempre con un atteggiamento leggero, divertente e interessante.

Giocare a crescere

Noi vi abbiamo proposto solo alcune delle infinite possibilità che queste quattro strutture offrono, ma “Didattica in cantiere” è soprattutto un progetto pensato per far crescere i ragazzi in maniera sana, stimolante e divertente.

Vogliamo che imparino più cose possibili, che abbiano l’opportunità di decidere ogni giorno cosa vogliono diventare da grandi (loro possono ancora farlo) e lo facciano in maniera serena, circondati dall’allegria e da professionisti del settore che li accompagnino, insieme con voi, in questa loro scoperta del mondo.

Proprio come i nostri ragazzi, anche “Didattica in cantiere” è solo all’inizio del suo percorso, quindi continuate a seguirci perché potrebbero esserci nuovi sviluppi e nuovi consigli didattici per tutti.