Immergetevi nella cultura.

Vivete la vostra giornata al Porto Antico come un’autentica immersione nella cultura.

Se arrivate di buon’ora nella piazza sul Mediterraneo, concedetevi una colazione in uno dei bar che danno sul mare. Ora siete pronti per spiare il Porto Antico, proprio mentre si sveglia: i marinai che lustrano i ponti delle barche, i genovesi che vanno a lavorare, i mezzi che riforniscono di primizie i ristoranti.

Con i vostri occhi, vi accorgerete di essere in un luogo vivo, frequentato, ricco di persone e di esempi di una cultura popolare tanto discreta e schiva quanto ricca e affascinante.

Per un primo assaggio di bellezza, salite sull’ascensore panoramico Bigo che, ruotando a 360 gradi, vi darà una visione completa di Genova. Arrivare a 40 metri di altezza circondati solo dal vetro, farà contenti i bambini e vi permetterà di orientarvi, a volo d’uccello, tra moli, banchine, edifici e caruggi.

Alla scoperta di Genova.

Se quello che cercate è un viaggio nella cultura genovese, potete iniziare seguendo i pannelli storici che trovate disseminati per l’Area: li riconoscete grazie al tipico colore giallo pergamena. Disegni e didascalie v’illustreranno, tappa dopo tappa, la storia della città e di questa zona che, da porto commerciale, si è trasformata nella piazza sul mare che Genova non ha mai avuto.

I più curiosi possono apprendere molto altro dai libri: alla Biblioteca De Amicis, ai Magazzini del Cotone, trovate migliaia di volumi sulla Superba e un’ampia sala lettura che vi permetteranno di leggere in tutta tranquillità.

 

Arte, mostre, musei.

A metà mattinata, dopo una pausa per un caffè o una bibita, potete continuare il percorso culturale assecondando la vostra personale idea di cultura.

L’arte, in Porto Antico, è anche fuori dai musei. Entrando in Area da Piazza Caricamento, passando proprio sotto la strada sopraelevata, è impossibile non essere catturati dalle forme e dai colori “spruzzati” sui piloni alti 7 metri. Pesci, sirene, motivi geometrici e cromatici mostrano tutta la dirompente personalità della Street Art, ispirata dal contesto urbano, dalle architetture e dalla storia del luogo.

Queste opere, nate dall’iniziativa di Porto Antico di Genova S.p.A. e Comune di Genova in collaborazione con la galleria D406 di Modena, hanno l’intento di promuovere questa forma di arte urbana contemporanea.

Gli artisti chiamati a realizzare le opere sono tra i più quotati del settore: il bolognese Dem, il piacentino Ericailcane, l’alessandrino 108 e la colombiana Bastardilla, le cui vere identità sono celate dai rispettivi nick.

Arte senza tempo.

Costeggiate le mura di Malapaga e, dopo aver visto le opere di Street Art, preparatevi a un grande salto culturale e temporale. Entrate nella Chiesa di San Marco al Molo: nel 1100 era rifugio spirituale di viaggiatori e naviganti. Oggi custodisce opere d’arte senza tempo di maestri come Maragliano, Francesco Maria Schiaffino e Domenico Fiasella.

Allenate la mente.

Se alla cultura artistica preferite quella sportiva, dirigetevi a passo sicuro tra le palazzine storiche in Via al Porto Antico. Qui c’è il Genoa Museum, luogo di pellegrinaggio di tanti tifosi genoani, ma struttura di grande interesse per tutti gli appassionati di calcio: maglie antiche, manifesti, documenti e cimeli, tra cui uno dei palloni del primo campionato di calcio italiano. Un percorso nella cultura sportiva da fine ‘800 ai giorni nostri con tanti exhibit interattivi, filmati e fotografie.

Tutta questa cultura stimola il cervello, ma anche l’appetito. Fate il pieno di carboidrati in uno dei tanti locali del Porto Antico e, dopo, investite qualche minuto del vostro tempo per curiosare tra gli scaffali della libreria: è il posto giusto dove appagare la vostra sete di sapere.

La musica è il fil rouge.

Prima di proseguire, prendetevi ancora un momento per rilassarvi: comodamente seduti su una panchina, all’ombra delle palme, potete godere della vista del mare e, se il clima è mite, della brezza marina.

Se avete voglia di fare due passi, cercate l’Isola delle Chiatte intitolata a Luciano Berio: per arrivarci, dovete percorrere Via al Mare Fabrizio De André: esiste posto migliore per ascoltare un po’ musica dal vostro lettore MP3?

Il lato rilassato della cultura.

Concludete la vostra giornata ricca di stimoli intellettuali davanti al grande schermo, magari 3D. Dal tardo pomeriggio fino a sera inoltrata, apre i battenti il The Space Cinema: che siano capolavori della “settima arte” o divertenti pellicole di intrattenimento, la multisala propone, in tutte le stagioni, un cartellone fitto di film ed eventi speciali in anteprima.