Quasi non ci siamo accorti di essere arrivati già all’edizione n. 3 de La Festa dei Mondi, in programma dal 19 al 25 marzo 2018. È stata una bella scommessa e non credevamo che potesse avere un successo così grande in così poco tempo. Ma abbiamo avuto la dimostrazione lampante che l’unione fa sempre la forza.

La Festa dei Mondi: l’unione fa sempre la forza.

Il Porto Antico è lo spazio perfetto per riunire popolazioni lontane (anche se così vicine) e dar loro spazio per raccontarsi.

La Festa dei Mondi è dedicata a loro, anzi è costruita da loro e dalle loro proposte. Ogni anno scegliamo insieme il tema portante e lo sviluppiamo. Quello del 2018 è il tema della Danza.

La Danza come mezzo di comunicazione.

La Danza è argomento internazionale, ogni passo, ogni movimento, i costumi, le coreografie, tutto ha un significato intrinseco e durante questa bella manifestazione c’è chi saprà raccontarlo.

Lo si farà attraverso i laboratori gratuiti dedicati alle scuole dal 19 al 24 marzo, ma anche attraverso un ciclo di conferenze aperto a tutti nella mattina del 24 marzo.

Per riuscire a soddisfare le vostre curiosità potete prendere numerosi aerei o venire in Porto Antico tra il 19 e il 25 marzo 2018.

La Festa Finale.

La Festa Finale è la conclusione ideale di una settimana di iniziative, e nell’edizione 2018 la Festa raddoppia!

Considerate le numerosissime adesioni una giornata sola era davvero poca e così la festa comincerà sabato 24 marzo alle ore 14 e si concluderà domenica 25 marzo alle ore 19: un palco con una ricca programmazione e numerose postazioni di gastronomia e artigianato etnici renderanno il vostro fine settimana certamente originale.

Genova una città multiculturale.

E se scegliete di trascorrere il fine settimana a Genova, dovete sapere che per ogni turista che si avventura nei vicoli stretti, la nostra Città è una continua sorpresa. Me lo è anche per i genovesi stessi che quasi si dimenticano di essere in Liguria e addirittura in Italia.

Il Centro Storico di Genova, è risaputo, è uno dei più grandi d’Europa, se non il più grande; i carruggi si diramano, si intersecano, si aprono in inaspettate piazze e soprattutto ti portano in Paesi lontani. Perché Genova è una città nella quale si possono stabilire relazioni interculturali, producendo una cultura eterogenea e sempre diversa.

Chi ci abita sa che ci sono zone praticamente colonizzate dalle popolazioni del Sudamerica, alcune da quelli dell’Africa “bianca” e altre da chi arriva dall’Africa “nera”, ma le etnie che vivono nella Superba sono molte di più, moltissime. Venite a scoprirle a La Festa dei Mondi.

Per informazioni:

Ufficio Eventi e Comunicazione 010 2485740/736.