È uno degli obiettivi principali di Slow Fish, l’evento biennale dedicato al pesce che si terrà al Porto Antico dal 18 al 21 maggio 2017: sensibilizzare il pubblico sui metodi di pesca sostenibile ed educare a un consumo ittico più informato e critico.

Il Pesce sostenibile è più buono.

“Sostenibile è la pesca che preleva dal mare solo ciò che serve, senza sprechi e utilizzando attrezzi artigianali e che hanno un basso impatto sull’ambiente e la fauna marina. È quella pesca che considera il mare e le sue risorse un bene comune, da tutelare anche per le generazioni future.”  – Greenpeace

Sono quindi da evitare specie ittiche che vengono eccessivamente sfruttate, il cui ecosistema viene danneggiato e vanno preferiti pesci provenienti da filiere più corte.

Pesce: tradizione e sostenibilità.

Naturalmente esistono pesci più sostenibili – la cui pesca è rispettata, controllata e tutelata – ed altri che hanno guadagnato il bollino nero della sostenibilità.

Tra questi ci sono pesci che probabilmente rientrano poco nella nostra cultura gastronomica – o che ne fanno parte, ma per periodi limitati come il natalizio capitone – ma altri, invece, che sono protagonisti di ricette di uso comune, molto popolari a Genova.

Fino a pochi anni fa per esempio era molto apprezzata la farinata realizzata con i bianchetti – oggi al bando – mentre un classico piatto della tradizione è lo stoccafisso accomodato sebbene anche il merluzzo sia una specie fortemente a rischio.

Tra i pesci più incriminati ci sono anche il tonno – sia rosso che pinna gialla – il pesce spada e il salmone. Sono razze molto utilizzate in cucina, in primo luogo, perché eliminano l’antipatico problema della pulizia del pesce – vengono quasi sempre venduti in tranci già puliti e de-liscati  – e poi si prestano a preparazioni veloci e semplici.

Come possiamo sostituirli?

Ci sono tantissimi pesci buoni e che possiamo mangiare senza remore: lo sgombro, la palamita, il sugarello, il pagello o la lampuga e tanti altri.

Noi vi consigliamo di scaricare a questo link la Guida “Mangiamoli giusti” di Slow Food: dentro trovate la lista dei pesci sostenibili, divisi per stagione, i consigli per una spesa più intelligente, interessanti approfondimenti e gustose ricette molto veloci per preparare piatti “buoni, puliti e giusti“, in pieno spirito Slow Fish.