Avete presente La La Land, il film di Damien Chazelle tanto amato e discusso? Il musical quasi premiato agli ultimi Oscar? Quello, sì. La La Land parla di musica, teatro, sogni, amore e successo, ingredienti eterni, ma qui con un elemento in più, il jazz.

Si può non amare il jazz?

Mia, la protagonista del film, è un’aspirante attrice che, sul suo cammino verso il successo, incontra un intransigente musicista jazz, Sebastian, e gli confessa candidamente che il jazz no, proprio non fa per lei, perché non lo ha mai capito.

Sebastian la farà innamorare, si capisce subito, di sé naturalmente, ma anche del jazz: quell’insieme di ritmo, improvvisazione e passione di fronte al quale non si può rimanere indifferenti. Perché il jazz non è una cosa strana e distante, il jazz è vita.

Jazz a Genova? Gezmataz!

Vita, dicevamo, che non può non trovare un suo posto – il Gezmataz Jazz Festival & Workshop – all’interno di un cartellone variegato come quelle di Genova Porto Antico EstateSpettacolo.

Gezmataz Jazz Festival & Workshop è una rassegna di musica jazz che da 14 anni anime le serate dei genovesi (e non solo) portando nel cuore della città i principali artisti della scena jazz internazionale: un evento sempre più autorevole e atteso.

Jazz per caso.

Tutto è iniziato per caso, come spesso succede quando si parla di passioni artistiche: nel 2004 un gruppo di amici guidati da Marco Tindiglia, decide di realizzare un Festival/Laboratorio che riunisca sotto uno stesso tetto idee musicali differenti per dare vita a un dialogo libero e creativo. È una novità assoluta, per Genova, il successo è immediato. Nasce così l’Associazione Gezmataz e l’idea originale diventa un progetto culturale stabile che ogni estate porta a Genova i nomi più importanti dello scenario jazz internazionale.

Il programma del 14° Gezmataz Jazz Festival & Workshop:

Ecco, tutto questo è Gezmataz Jazz Festival & Workshop edizione n° 14: dal 20 al 23 luglio, nella Piazza delle Feste del Porto Antico, quattro serate all’insegna del jazz d’autore di livello internazionale: ad aprire Gezmataz sarà Saxophone Summit, il sestetto fondato dai sassofonisti Dave Liebman e Joe Lovano. La seconda serata si esibirà invece il trio americano The Bad Plus, formato da Reid Anderson al basso, Ethan Iverson al piano e David King alla batteria, mentre ospite della terza serata è il famoso chitarrista brasiliano Yamandu Costa. Ad aprire il suo concerto il collettivo ligure Improland Orchestra, protagonista anche della quarta serata.

Workshop Gezmataz.

E non solo: visto che il jazz è una forma d’arte che richiede impegno per essere vissuta a pieno, l’Associazione Gezmataz organizza periodicamente laboratori.

Succederà anche durante il Festival, dove per cinque giorni (dal 19 al 23 luglio, sul Palco Millo e in Piazza delle Feste) musicisti di tutte le età si confrontano con docenti di alto livello professionale e con le dinamiche dell’ensemble e ciascun allievo avrà l’opportunità di sviluppare il proprio linguaggio e di collaborare per dar vita al concerto della serata conclusiva del Festival.

Workshop di fotografia.

E siccome il jazz si può anche raccontare, l’Associazione Gezmataz organizza nell’ambito del Festival (dal 21 al 23 luglio) un workshop del tutto originale: un gruppo di fotografi e di appassionati di fotografia  seguirà l’avventura di Gezmataz, dalle prove al soundcheck, dalle performance all’emozione del pubblico, per illustrare e lasciare una documentazione visiva artistica di un evento musicale.

 

TUTTI I CONCERTI DI GEZMATAZ

 

Jazz!

Sarebbe stato tutto più semplice, per Mia e Sebastian, se avessero frequentato Genova e Gezmataz. Forse le cose sarebbero andate diversamente, tra di loro, ma il jazz sarebbe rimasto la colonna sonora delle loro vite. E forse, grazie a questo festival, lo sarà un po’ di più anche delle nostre.

Info su Gezmataz Jazz Festival & Workshop.

Il Jazz Festival & Workshop è organizzato dall’Associazione Gezmataz, orari prezzi ed info: www.gezmataz.it

 

LEGGI TUTTI I POST SU ESTATESPETTACOLO 2017

 

Continua la “polpo-invasione” di EstateSpettacolo.

Da tre anni, ormai, il polpo è la nostra mascotte estiva, il l’animale-totem che accompagna l’EstateSpettacolo. Lo vedrete (e lo state già vedendo) ovunque in città: su manifesti, locandine, pubblicità e, immancabilmente, sui social media. Visto che siamo presenti su Twitter, Facebook e Instagram, non vi resta che unirvi alla conversazione, utilizzando l’hashtag ufficiale #EstateSpettacolo17