Non è un giorno qualsiasi, il 12 ottobre.

Non lo è per Genova, perché da qui è iniziato un viaggio coraggioso e immaginifico che ha cambiato il corso della storia, 524 anni fa.

Un’idea stravagante e pericolosa, una scommessa su cui puntare almeno tre caravelle, un risultato inimmaginabile.

Non è un giorno qualsiasi, il 12 ottobre, nemmeno per l’area del Porto Antico, perché dopo 500 anni da quel viaggio, esattamente 24 anni fa, la nostra Città ha deciso di celebrare quell’evento epocale riaprendo la sua parte più segreta e dimenticata, il porto storico, per trasformarla nel nuovo centro nevralgico della Città.

Se oggi siamo il cuore di Genova, a pensarci bene lo dobbiamo proprio a quel famoso viaggiatore che da qui è partito nel lontanissimo 1492, e il coraggio un po’ visionario di guardare sempre avanti e di spingere oltre l’immaginazione continua ad ispirarci.