Storie di generi differenti, film in costume o contemporanei, drammi grandi e piccoli, commedie per sorridere e per pensare, autori affermati e nuovi talenti, star irresistibili e volti nuovi che non si dimenticano… Dopotutto, non sono questi gli ingredienti di un bel Natale al cinema?

Free State of Jones.

L’incredibile storia vera di Newt Knight, il contadino del Sud degli States che durante la Guerra Civile Americana si ribellò all’esercito confederato e con l’aiuto di un gruppo di agricoltori e di schiavi guidò una rivolta che portò la Contea di Jones a separarsi dagli Stati della Confederazione. Dalle nozze di Knight con l’ex schiava Rachel nascerà la prima comunità di razza mista del dopoguerra.

Dal regista di Hunger games Gary Ross, un nuovo film con Matthew McConaughey.

Sully.

Il 15 Gennaio 2009 il mondo assiste al “Miracolo sull’Hudson” quando il capitano “Sully” Sullenberger atterra in emergenza col suo aereo nelle acque gelide del fiume Hudson, salvando la vita a tutti i 155 passeggeri presenti a bordo. Tuttavia, anche se Sully viene elogiato dall’opinione pubblica e dai media, che considerano la sua un’impresa eroica senza precedenti, alcune indagini minacciano di distruggere la sua reputazione e la sua carriera.

Un altro grande film di Clint Eastwood, con un Tom Hanks in grande forma, Aaron Eckhart e Laura Linney.

Captain Fantastic.

Ben, un libero pensatore che ha fatto del suo anticonformismo una stile di vita, vive con la moglie e i sei figli isolato dal mondo, nelle foreste del Nord America, nello stato di Washington. Cerca di crescere i suoi figli nel migliore dei modi, infondendo in essi una connessione primordiale con la natura, ma quando una tragedia colpisce la famiglia, Ben è costretto suo malgrado a lasciare la vita che si era creato, per affrontare il mondo reale, fatto di pericoli ed emozioni che i suoi figli non conoscono e per i quali non sono preparati.

Un film con Viggo Mortensen e la regia di Matt Ross che ha vinto il premio per la miglior regia all’ultimo Festival di Cannes nella sezione ‘Un certain regard’.

È solo la fine del mondo.

Louis, giovane scrittore di successo che da tempo ha lasciato la sua casa di origine per vivere a pieno la propria vita, torna a trovare la sua famiglia per comunicare un’importante notizia. Ad accoglierlo troverà il grande amore di sua madre e dei suoi fratelli, ma anche le stesse dinamiche nevrotiche che lo avevano allontanato dodici anni prima, in un crescendo di emozioni raccontate da un cast di altissimo livello.

Gran Premio della Giuria al Festival di Cannes, È solo la fine del mondo è il nuovo film dell’enfant prodige Xavier Dolan, che torna qui a misurarsi con un’emozionante storia familiare in cui dirige un cast di magnifici attori del calibro di Marion Cotillard, Lea Seydoux, Vincent Cassel, Nathalie Baye e Gaspard Ulliel.

Rogue One: a Star Wars Story.

Lucasfilm presenta Rogue One: A Star Wars Story, il primo film di una nuova serie cinematografica ambientata nell’universo di Star Wars e una nuova epica avventura. In un periodo di conflitto un improbabile gruppo di eroi intraprende una missione per sottrarre i piani della più potente arma di distruzione di massa mai ideata dall’Impero, la Morte Nera. Questo evento, fondamentale per la storia di Star Wars – Una nuova speranza, spingerà delle persone ordinarie a unirsi per realizzare imprese straordinarie, diventando parte di qualcosa di più grande.

Una nuova avventura nella saga di Star Wars, presentata anche nelle versioni in 3D e in lingua originale, con la regia di Gareth Edwards e un cast formato da Felicity Jones, Diego Luna, Ben Mendelsohn, Donnie Yen, Mads Mikkelsen, Alan Tudyk, Riz Ahmed, Jiang Wen, Forest Whitaker.

Florence.

Florence Foster Jenkins è un’ereditiera con la passione per la musica classica: mecenate di giovani talenti e protagonista dei salotti dell’alta società newyorchese, Florence intrattiene i suoi ospiti con esibizioni di cui è la star, canta per loro con passione, ma è irrimediabilmente stonata. Tutti lo sanno, tranne lei: il marito e manager, l’inglese St. Clair Bayfield, la protegge e con la complicità degli invitati le nasconde la verità fino a quando, nel 1944, Florence decide di esibirsi in pubblico in un concerto alla Carnegie Hall.

Con la regia di Stephen Frears, un’altra straordinaria interpretazione di Meryl Streep, qui affiancata da Hugh Grant, in un film ispirato a un personaggio realmente esistito che ha già ispirato il film francese Marguerite di Xavier Giannoli.

SCOPRI I LOCALI DOVE MANGIARE QUALCOSA