Fisica, chimica, biologia, ingegneria.
Sono materie complesse e spesso incomprensibili per i più, ma il 25 settembre diventeranno accessibili a tutti… almeno per una notte!
La Notte dei ricercatori è un evento realizzato proprio per far conoscere al grande pubblico le innovazioni tecnologiche e i progressi scientifici che ci aiutano nella vita di tutti i giorni grazie al lavoro costante dei tanti ricercatori impegnati quotidianamente nelle istituzioni scientifiche pubbliche e private della Liguria.

Un’eccellenza di casa nostra

Quando pensiamo alle grandi scoperte dei giorni nostri e ai centri di ricerca più famosi nel mondo ci vengono subito in mente le prestigiose università americane – Harvard, Yale, Princeton, Stanford, o l’M.I.T. – o gli avanzati istituti di ricerca svizzeri.

Spesso ignoriamo che proprio dietro l’angolo si nascondono importanti progetti e si trovano menti di tutto rispetto.
A La Notte dei ricercatori 2015, i Musei genovesi, l’Università degli Studi di Genova, l’Istituto Italiano di Tecnologia, il CNR e tanti altri soggetti vi dimostreranno quanto fermento, lavoro ed ambizione vi siano anche nella realtà genovese, con progetti premiati anche all’estero e che rappresentano piccole ma importanti vittorie per tutta la città.

Una notte tutta da (e per) scoprire

Sabato 25 settembre a partire dalle ore 17:00 i ricercatori genovesi daranno il benvenuto al pubblico sotto il tendone di Piazza delle Feste per l’evento “Party don’t stop”: un programma molto intenso di esperimenti, laboratori e dimostrazioni, tutti a partecipazione gratuita.

Giusto per farvi venire la curiosità vi segnaliamo alcune cose che potete fare:

Per bambini e ragazzi

  • Rocket science: Laboratorio interattivo, nel corso del quale i ragazzi si cimenteranno e sfideranno in progettazione, realizzazione e lancio di “razzi ad acqua” utilizzando materiali di uso comune. A cura di Festival della Scienza
  • Caccia, virtuale e non, ai tesori di Archeologia Industriale! Gioco a quiz. Per i vincitori seguirà la visita ai tesori di archeologia industriale nel Porto Antico. A cura di CNR IMATI e Fondazione Ansaldo
  • Firewall: giovani pronti a navigare. Il Progetto Firewall vuole stimolare l’uso consapevole di internet e dei social media tra i giovani e prevede, tra le varie attività, la realizzazione e conduzione di un laboratorio interattivo, realizzato con tecniche teatrali. A cura di Scuola di Robotica.

Per adulti

  • Nuove frontiere nel mondo del 3D. Il reale diventa virtuale, e viceversa. Presentazione interattiva delle nuove tecnologie di acquisizione, modellazione e stampa 3D. A cura di CNR IMATI
  • XXmila leghe sotto il Golfo. Laboratorio di geologia sottomarina. A cura di Dipartimento di Scienze della Terra dell’Ambiente e della Vita – UNIGE.
  • Robot sottomarini. Presentazione e dimostrazione. A cura di SIIT, UNIGE

Dalle ore 20:00 spazio anche all’intrattenimento, prima con il teatro e lo spettacolo Variabile fissa a cura di Compagnia Filò, e a seguire con la musica e le performance dei musicisti-scienziati IIT Snake Oil LTD, Bio Blues Gang e Ricercatori Contro la Musica (RCM).

Ma non perdete anche l’osservazione del cielo insieme con gli esperti dell’Osservatorio Astronomico del Righi oppure le scoperte dal continente bianco al Museo Nazionale dell’Antartide o quelle sul mondo marino proprio dentro l’Acquario (per queste prenotazione obbligatoria al numero 010/2345.240-289).

Per consultare il programma completo potete scaricare qui il Depliant Notte dei Ricercatori 2015-01 oppure visitare il sito http://nottedeiricercatori.comune.genova.it con tutti gli aggiornamenti dell’ultima ora e le altre sedi tra Genova, Albenga La Spezia e Bonassola che potete visitare.

Un sogno europeo

La Notte dei ricercatori è un progetto promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005.

Abbracciato dagli istituti di ricerca di tutta Europa ogni anno ha il suo fulcro nell’evento conclusivo in contemporanea in tantissime città (22 solo in Italia), ma durante tutto l’anno sostiene e stimola tantissimi ricercatori a dare sempre il massimo per realizzare, passo dopo passo, un futuro migliore.

Anche per dire grazie a tutti loro, quindi, vi diamo appuntamento sabato 25 settembre per una notte dalle mille scoperte.