Pausa pranzo alternativa, ieri, per l’Ufficio Manifestazioni: siamo andate al Festival della Scienza. Questa la nostra esperienza!

European Space Expo.

Prima tappa: viaggiamo nello Spazio. Un padiglione dove interagire, vedere e sperimentare quello che l’Europa sta facendo con lo spazio e nello spazio. 13 postazioni con semplici video ci fanno conoscere i servizi per la navigazione satellitare (Galileo e EGNOS) e per l’osservazione della Terra (Copernicus).

Queste iniziative stanno già migliorando la qualità delle nostre vite. Grazie a loro possiamo comprendere meglio i cambiamenti climatici e i problemi ambientali oppure gestire le emergenze in occasioni di crisi umanitarie o disastri naturali.

Sopra di noi scopriamo la struttura della costellazione Galileo e dei satelliti che orbitano intorno alla Terra. Davvero interessante!

Piccole scienziate crescono.

Dopo le meraviglie dello spazio ci spostiamo in Piazza delle Feste dove ci aspettano laboratori di ogni tipo!

Scegliamo di diventare piloti per un giorno ed entriamo nel simulatore delle Frecce Tricolore dell’Aeronautica Militare. Allacciamo le cinture e siamo pronte: cinque adrenalinici minuti di acrobazie assolutamente da provare!

Dopo tante emozioni sentiamo il bisogno di un po’ di dolcezza. Nello spazio Ricola scopriamo i segreti della produzione delle caramelle svizzere: il miele benefico per la gola, la liquirizia rinfrescante e fiori di sambuco antiossidanti.

Siamo attirate da un curioso laboratorio: “L’Ispettore Cavendish e il giallo delle banane scomparse”. Una divertente indagine che ci aiuta a capire cosa sta accadendo alle piantagioni di banane e a conoscere il frutto più consumato al mondo.

La nostra pausa sta quasi per terminare ma abbiamo ancora tempo per un ultimo laboratorio: quello dedicato alla carta! Un materiale dai mille utilizzi: a partire dall’uso quotidiano fino ad arrivare all’arredamento. Impariamo tutte le sue caratteristiche e creiamo una deliziosa pochette davvero alla moda!

 

Non si finisce mai di imparare.

Termina così la nostra “piccola” esperienza! Noi ci siamo divertite e se un po’ vi abbiamo incuriosito e trasmesso la voglia di venire a visitare il Festival della Scienza avete tempo sino a domenica, 2 novembre.

E ricordate: non si finisce mai di imparare.