Sabato 15 novembre lo stadio Luigi Ferraris ospiterà l’incontro sportivo Italia – Argentina.

Se fino a qualche anno fa il rugby restava in Italia uno sport poco conosciuto, oggi sono tanti gli appassionati di questo sport molto più complesso di quanto possa sembrare e incredibilmente affascinante.

Nato in Inghilterra tra le classi più agiate a inizio 1800, in pochi anni si diffuse anche tra le classi socialmente meno elevate, diventando in breve uno degli sport più amati e praticati del Regno Unito.

Mischie, placcaggi e passaggi si susseguono durante i due tempi di partite sempre molto scattanti e animate. I contatti tra i giocatori sono molto duri all’apparenza, ma lo spirito sportivo e leale che circonda questa disciplina rende ogni spinta e ogni “ribaltamento” a terra parte integrante del gioco e continua anche dopo il match con l’ormai diventato famoso terzo tempo in cui le squadre si incontrano dopo la partita per socializzare.

Un terzo tempo lungo tre giorni.

Ospitare una partita come Italia-Argentina è per Genova un’occasione unica, sia per far conoscere la città ad importanti team internazionali ma anche per avvicinare ancora di più il pubblico al rugby e ad una cultura sportiva sana che a volte sembra un po’ carente.

In attesa quindi dell’incontro tra i “grandi” delle due nazionali, anche i più giovani possono cimentarsi in questo sport al Porto Antico.

Per tre giorni, da mercoledì 12 a venerdì 14 novembre, Piazza delle Feste sarà un grande campo da mini rugby, una versione più soft di quella degli adulti, senza contatti diretti o violenti ma con tutti i passaggi e le regole di questo gioco. Squadre composte da 5 piccoli giocatori si affronteranno, sempre con uno spirito amichevole, sotto la supervisione e i consigli di tecnici e atleti del Cus Genova.

Tanta cultura sportiva anche nell’area antistante Piazza delle Feste, con attività e animazioni durante i tre giorni.

Insomma, una vera festa per salutare la nazionale italiana  e dare il benvenuto agli ospiti argentini, ma soprattutto per conoscere e amare il rugby.

Orari attività:
dalle 09:00 alle 12:30 per le scuole che si sono iscritte
dalle 14:30 alle 17:30 per tutti coloro che desiderano partecipare.